Condaghe cinguetta

domenica 23 ottobre 2011

L'ipocrita.

Le mie radici si saldano in quei valori cristiani e quindi umani con i quali sono cresciuto in famiglia e nell'ambiente ecclesiale della scuola salesiana, e che poi ho trasmesso ai miei figli. Valori preziosi che non sono per me negoziabili. Figuriamoci, dunque, se posso permettere che in casa mia si compiano atti blasfemi

chi l'ha detto? Il papa? un santo? Gesù in persona?


BERLUSCONI! Quello bidivorziato, con i figli conviventi (le famiglie di fatto che tanto fanno schifo al suo fido cane da riporto Scilipoti).
Quello con nipoti nati fuori dal matrimonio e altre amenità cristianissime.
Quello con decine di adolescenti (o poco più) che frequentano casa sua per cene eleganti, che sono pur sempre comportamenti di dubbia sobrietà cristiana per un 75 enne.
Quello che augurava a Eluana Englaro una procreazione ante mortem (e se non è blasfemo questo!).
Quello che offriva le chiavi, con le ragazzotte al seguito, dello stato ad un islamico, tiranno e comunista (gheddafi per capirci), tutto cristianamente ovviamente.
Quello che vorrebbe vedere ributtate in mare le persone che cercano di arrivare in Italia, sempre con spirito cristiano.
Quello che offre ai ladri i condoni, nel pieno rispetto del comandamento non rubare.
Quello che racconta storielle piene di volgarità e condite di bestemmie, sempre non negoziando i sacri valori cattolici.
Quello che consigliava ad una prostituta la masturbazione (e mi pare che anche l'autoerotismo sia blasfemo?).

E tutto questo senza andare a toccare le inchieste, quindi legalmente...


Un governo fondato sull'ipocrisia.

Nessun commento: