Condaghe cinguetta

lunedì 5 novembre 2007

residui spaziali

a volte ci si trova a ricostruire i pezzi della propria vita.
E' un lavoro faticoso, ogni giorno devi appuntare nella testa, o sulla carta, i tue sensazioni. I ricordi durano il tempo necessario perchè diventino altro.
Diventino vita.
Non credo in Dio e quindi non posso che sperare nella vita terrena e in quella di chi mi sostituirà.
Da non molto ho qualche speranza in più e devo lavorare di più per conservare, ricordare, tramandare.
I residui si accumulano come in un trasloco e far star tutto negli scatoloni è un mestiere difficile.
Ho fatto tanti traslochi e sono abituato.

Nessun commento: