Condaghe cinguetta

giovedì 17 novembre 2011

Pensione mira Monti

Qualcuno mi deve spiegare perchè il governo Monti, ovvero il governo di un economista, professore universitario, membro delle maggiori organizzazioni finanziarie  mondiali, ex commissario europeo sia un governo dei poteri forti.
Come mai l'altro, il governo del monopolista della telecomunicazione in Italia, del proprietario di uno dei maggiori gruppi finanziari, della prima casa editrice italiana, del controllore di giornali nazionali e locali, del costruttore di enormi complessi residenziali, del proprietario di assicurazioni, concessionarie pubblicitarie e di non si sa bene cos'altro, di uno degli uomini con il capitale personale più grande al mondo,  insomma il governo Berlusconi non era un Governo dei Poteri forti.
Mi devono anche spiegare perchè il governo Monti è tecnocratico, ed è vero, mentre il precedente no?
Brunetta era professore, economista all'università, Tremonti fiscalista, Nitto Palma magistrato e, prima di lui, Alfano avvocato, Sacconi dirigente Farmindustria, Fazio medico. E questi sono i più semplici. Bisognerebbe aggiungere: Maroni delinquente, Bossi separatista, Calderoli odontoiatra (quindi ottimo per semplificare le leggi!). Infine ma è il più importante tecnico del nostro paese: IL PRESIDENTE OPERAIO, L'IMPRENDITORE, IL CAVALIERE DEL LAVORO, non un PROFESSIONISTA DELLA POLITICA CHE NON HA MAI LAVORATO IN VITA SUA! Silvio Berlusconi!
Quindi anche il precedente era un governo tecnico... è che erano tecnici incapaci.

Infine mi devono spiegare perchè questo governo è la sospensione della democrazia e quello di prima no.
In Italia per essere governo c'è bisogno di due cose: di un incarico presidenziale e di una maggioranza parlamentare. 
Berlusconi aveva entrambe, Monti lo stesso.
Le elezioni in Italia non si fanno se cade un governo, ma se il parlamento non riesce a sostenere con una maggioranza nessun governo.
Ora quelli che gridano al colpo di stato se desiderano tanto le urne non appoggino il governo Monti, ne quello Mari ne quello Campi. Altrimenti il colpo di Stato, ammesso che esista, è fatto da loro.
Le Buffonate dei nomi sui cartelloni elettorali e i simboli non sono l'indicazione del Premier ma solo uno specchietto per le allodole per avere più voti. Certo ottima, ma scontata, trovata pubblicitaria ma non cambio del sistema istituzionale.
Fosse per me il premier lo farei eleggere direttamente dai cittadini elettori con il sistema all'americana (ovvero i grandi elettori) e i deputati con il collegio uninominale a turno unico: un voto in più e sei eletto e rispondi di ciò che fai nel tuo collegio, per strada...
Ma visto che non è così il premier lo decide il capo dello Stato e i deputati e i senatori sono eletti senza vincolo di mandato su collegi enormi. Senza considerare che non sono neanche eletti ma nominati grazie a quella merda di legge chiamata Porcellum.

Infine mi dovrebbero spiegare perchè se a cadere è il governo in carica è colpo di stato, se a cadere fosse stato il governo dell'altra parte sarebbe stata liberazione...

sarà colpa dei soliti comunisti... ma per fortuna non sono più al governo da un paio di... giorni

Nessun commento: