Condaghe cinguetta

sabato 19 marzo 2011

testamento biologico per l'erezione.

le mignotte lo spremono come un limone finchè dura. e qui sorge un problema di ordine etico, bioetico, idraliuetico direi.
La chimica e l'idraulica sono pratiche su cui il nuovo testamento (biologico) della Roccella dovrebbe intervenire, meditare, discutere.
Come per l'alimentazione forzata, così per l'erezione forzata si rispetta comunque la volontà del buon Signore? Il buon Signore è inferiore o superiore per volontà al Buon Presidente?
Il buon Dio vuole che noi interveniamo restituendo la Potentia erigendi ma non Potentia coeundi ad un vecchio non più in grado di Potentia generandi*?
Può l'Uomo arrogarsi il diritto di restituire ciò che Dio ha tolto all'infame peccatore con parrucchino?

Spero in una dotta disquisizione dell'ateo devoto Ferrara (il comunista per capirsi) del ateo devotissimo Sacconi (il socialista) e della ateissima devotissima cattolicissima baciapile Roccella (la radicale).

* Nell'ormai superato concetto di impotenza venivano distinte tre categorie di tale condizione tra le quali soltanto una corrisponde alla disfunzione erettile:

  1. impotentia generandi - Caratterizzata dall'impossibilità di generare prole, ovvero causata da un'azoospermia o da un'anomalia degli spermatozoi; quindi incapaci di dar vita ad un embrione vitale
  2. impotentia coeundi - impossibilità fisica di eiaculare, ma con una normale capacità erettiva. Spesso è causata da un'incapacità di formare lo sperma (aspermia), oppure a causa di un'interruzione dei dotti deferenti, impedendo così l'emissione all'esterno del seme. Può infine derivare dalla difficoltà nel raggiungere l'orgasmo che può essere causata da danni neurologici o più spesso da difficoltà psicologica con il nome di Disturbo dell'Orgasmo Maschile. Altra causa può essere l'assenza di sufficienti stimoli o insoddisfazione sessuale.
  3. impotentia erigendi - È la più grave ed è caratterizzata dall'impossibilità fisica dell'organo di compiere l'erezione; quindi l'atto sessuale. In taluni casi potrebbe essere causata o accentuata, specie nei soggetti giovani, dalla presenza di un blocco psichico (come nel caso dell'ansia da prestazione).

Nessun commento: