Condaghe cinguetta

domenica 25 ottobre 2009

Grazie Marrazzo

Piero Marrazzo ha lasciato. Marrazzo è un uomo rispettabile, onesto, sincero.
Colui che mai si dimette no.

In Italia chi mai si dimette? tutti minacciano dimissioni, tutti subiscono persecuzioni, tutti sono incompresi... e nessuno si dimette! Perchè?

Le dimissioni sono il massimo della chiarezza.

Sei un rappresentante del popolo?

Sei un perseguitato, ricattato e per questo non puoi far bene il tuo dovere: dimettiti.
Hai fatto una cazzata, hai commesso una legerezza, una debolezza: dimettiti.
Sei un delinquente beccato e condannato: dimettiti.

Grazie Marrazzo, la differenza fra te e Colui che palpa le ragazzotte a tre per volta, è tutta in quelle dimissioni: tu sei un uomo, l'altro un quaquaraquà.


il giorno della civetta, Leonardo Sciascia

«Io» proseguì don Mariano «ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l'umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz'uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà... Pochissimi gli uomini; i mezz'uomini pochi, ché mi contenterei l'umanità si fermasse ai mezz'uomini... E invece no, scende ancora più in giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi... E ancora di più: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito... E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre... [...]»

Nessun commento: