Condaghe cinguetta

lunedì 26 ottobre 2009

Marrazzo è un eroe

non vorrei sembrare pedante ma qualcuno si rende conto della profonda differenza umana fra Marrazzo e Colui che non si dimette?

Perchè, nel centro destra, nessuno ha il coraggio di dire che Marrazzo ha fatto ciò che un qualsiasi politico, travolto da una storia personale, privata ma al contempo rischiosa per il suo mandato politico, avrebbe dovuto fare?

Perchè si arrampicano su questioni di metodo ridicole: autosospensione invece che dimissioni, elezioni subito o elezioni a marzo (con una differenza di 2 mesi!)... Perchè?
Abbiano il coraggio di essere uomini e donne di destra: onesti e rispettosi dei diritti e dei doveri, della legge e delle istituzioni, dello Stato e della sua Costituzione.

O questi sono diventati valori anti Italiani, come dice Colui che è il più italiano da almeno 7000 anni?

Nessun commento: