Condaghe cinguetta

domenica 21 gennaio 2007

Illiberare

Berlusconi è un illiberale e come tale non accetta il giudizio dei suoi pari. Il problema è che il giudizio politico e quello giudiziario siano separati. la magistratura ha un atteggiamneto politico nei confronti del imputato berlusconi e questo falsa il giudizio. D’altra parte un cittadino ha il dovere di dimostrare la sua innocenza e non può sottrarsi al giudizio di un tribunale equo. Se il giudizio politico continua ad intrecciarsi con quello giudiziario il conflitto di interesse non verrà risolto. L’anti trust e la legge sul conflitto di interessi sono una garanzia per tutti i cittadini e sopratutto per il proprietario di mezzi di comunicazione o di industrie di interesse nazionale di potersi dedicare alla vita pubblica in modo limpido. Per questo Berlusconi non si sottoporrà al giudizio ne perderà il controlo del suo impero. Perchè per lui stato ed economia sono la stessa cosa, per lui potere economico e politico sono la stessa cosa. Come per qualsiasi dittatore.

Nessun commento: